09

Ott
2018

Assicurazioni in agenzia Viaggi, la novità della direttiva IDD

Posted By : Urbino Incoming/ 1040 0

L’Insurance Distribution Directive (Idd), la direttiva europea 2016/97 cambierà in Italia le regole dell’intermediazione assicurativa dal 1° ottobre 2018.

Verranno introdotte sostanziali novità rispetto a quella esercitata “a titolo accessorio” e che riguarda, quindi, anche le agenzie di viaggi. Per “accessorie” si intendono quelle polizze vendute in abbinamento ad altri servizi, quali i viaggi, la telefonia, la fornitura d’energia e molti altri ancora.

L’agenzia Viaggi Urbino Incoming ti permette di partire con tutta la sicurezza di cui necessiti: oltre ad un’accurata pianificazione delle destinazioni, di tappe e spostamenti per farti vivere al massimo la tua esperienza, ti garantisce una copertura assicurativa con polizze a norma di legge per le varie casistiche.

Continua a leggere per capire cosa è cambiato nel panorama turistico e nell’erogazione del servizio degli agenti di viaggio dal 1° ottobre 2018…

IN COSA CONSISTE?

Alle agenzie di viaggio sarà applicato il limite di esenzione di 200 euro a persona per l’importo dei premi e l’obbligo di formazione, senza il bisogno di iscriversi al registro unico degli intermediari assicurativi.
Nell’articolo 107 dello schema di decreto legislativo per l’attuazione della direttiva, approvato lo scorso 8 febbraio dal Consiglio dei ministri e subito dopo trasmesso alla Camera dei deputati per essere sottoposto al parere parlamentare, si legge che qualora l’assicurazione sia complementare rispetto a un servizio, come appunto un viaggio, e la sua durata sia pari o inferiore a tre mesi, l’importo del premio versato per persona non dovrà superare i 200 euro. Trecento euro in meno rispetto alla soglia precedente di 500 euro l’anno per un contratto che, compresi gli eventuali rinnovi, non doveva avere una durata superiore ai cinque anni (d.lgs 7 settembre 2005 n°209).

E SE SI SUPERA IL TETTO MINIMO?

C’è l’inserimento dell’articolo 108-bis, che vincola gli agenti di viaggi – quelli che superano la soglia fissata per i premi – all’iscrizione nel Registro Unico degli Intermediari, che potrebbe prevedere l’inserimento di una sezione specifica proprio per la categoria. Ed è qui che scatta l’imposizione di un percorso formativo, con tempi, modalità e costi ancora da stabilire.
Procedure e strumenti semplici saranno di supporto alle proposte di destinazioni e alla tipologia di viaggi creando dei prodotti assicurativi nel rispetto della clientela.

RISVOLTI POSITIVI PER CLIENTI E AGENTI DI VIAGGIO

L’agente di viaggio sarà incentivato a vendere un prodotto assicurativo, non solo perché porta margini, ma perché può offrire un servizio a valore aggiunto per il cliente. Si tratta di un cambiamento che aumenta le possibilità di vendita, soprattutto per quelle agenzie esperte in viaggi oltre Oceano e in paesi esotici. Il cliente sarà più tutelato e viaggerà più tranquillo sotto molti punti di vista.

Concludiamo con le parole di Dario Giovara, direttore generale di ERV Italia: “Il recepimento della direttiva Idd in Italia rappresenta una formidabile opportunità di ammodernamento, nonché di innalzamento delle tutele rivolte al consumatore in termini di chiarezza dei servizi offerti, trasparenza delle condizioni e maggiore semplicità di fruizione del servizio”.

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.